“Eppure”

 

Citazione dal blog www.spaces.msn.com/tracina

Eppure

quella sera eri bellissimo. Nei tuoi occhi la mia stessa disperazione. Sei venuto a riprenderti il tuo cuore. Da troppo tempo in mani insicure. Le mie. Riluttante te l’ho restituito. Era caldo il tuo cuore. Ed ora è fredda la mia tasca. Ne scavo il fondo con le dita, come mio solito. La stessa sensazione di quando infilo le mani senza guanti nella neve. La pelle brucia intorno alle unghie.
 

[…slow motion you fall like a blossom…]

Annunci

Informazioni su Tittypssc

"Padrona di niente, schiava di nessuno"
Questa voce è stata pubblicata in Monocromo- poeta dell'anima. Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Eppure”

  1. B. ha detto:

    ma piuttosto,congratulazioni per la tua laurea!!! ^__^
    p.s.la forchetta al polso è bellissima!!!!!!
    un bacio,
    B.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...